Sistemi Radianti o Convettivi? Quale Garantisce Miglior Comfort e Minori Consumi Energetici?

ReGreen110 Foglio Excel per il Superbonus 110%

Aumenta il Controllo sui Progetti Superbonus 110% Recuperando Tempo Prezioso Evitando Stress Inutile
Scopri di più

L’utilizzo dei sistemi radianti per il riscaldamento e il raffrescamento viene sempre più confermato nelle riqualificazioni energetiche degli edifici esistenti (grazie anche alle detrazioni fiscali superbonus 110%) e nelle nuove costruzioni.

I benefici in termini di comfort termico e risparmio energetico sono evidenti. Per dimostrarlo basta chiedere ai felici possessori di un sistema radiante a pavimento, a parete o a soffitto.

Sistemi radianti vs convettivi

Esistono numerosi studi scientifici che avvalorano questa tesi. Tra i tanti, te ne segnalo uno (lo trovi in calce) nel quale è stato effettuato un confronto tra sistemi di climatizzazione radiante e convenzionali attraverso delle simulazioni CFD (analisi fluidodinamica computazionale) in termini di comfort (parametri generali e locali) e consumi energetici.

Capire come avviene il bilancio termico del corpo umano ci aiuta a capire come ottimizzare i sistemi di riscaldamento e raffrescamento degli edifici.

E’ interessante notare che la migliore condizione di comfort per il corpo umano si ottiene con il minore scambio di energia tra esso e ciò che lo circonda. Avere quindi dei sistemi di emissione a bassa temperatura ci permette di raggiungere contemporaneamente dei livelli ottimali sia di comfort termico che di consumi energetici. Questo ci suggerisce che, a tale scopo, l’utilizzo di energia radiante è più efficace dell’energia convettiva.

Distribuzione aria sistemi radianti

Con i sistemi radianti il trasferimento di calore tra pannello e occupante avviene per circa il 60-80% per irraggiamento, il resto per convezione naturale.

Il corpo umano non percepisce solo la temperatura dell’aria, ma sente anche la temperatura operativa che è una combinazione di temperatura dell’aria, umidità dell’aria, velocità dell’aria e temperatura radiante.

L’intento dei sistemi radianti è quindi quello di abbassare la temperatura di set point del termostato in inverno e di aumentarla in estate, con l’obiettivo di risparmiare energia per il riscaldamento e il raffrescamento rispetto a sistemi convenzionali.

Ad esempio, un sistema di condizionamento a convezione forzata può generare un ambiente poco confortevole causato da correnti d’aria e differenze importanti di temperatura dell’aria tra la testa e i piedi. Un sistema di raffrescamento con pannelli radianti può invece garantire differenze verticali di temperatura e velocità dell’aria inferiori. Ricordiamoci che, ad una data portata, l’acqua è circa 4000 volte più efficiente dell’aria nel trasportare il calore.

Se sei alle prese con progetti di riqualificazione energetica degli edifici e vorresti sfruttare i benefici dei sistemi radianti per i tuoi clienti, utilizzando anche le detrazioni del superbonus 110%, ti propongo il nuovo corso che ho organizzato insieme all’Ing. Clara Peretti, esperta CEN/TC 130/WG 09 – Componenti degli impianti di riscaldamento – Emissione del calore (radiatori, convettori, pannelli a pavimento, soffitto, parete, strisce radianti).

Il corso, Sistemi Radianti e Superbonus 110%, è rivolto a tutti i professionisti del settore, architetti, ingegneri, geometri, periti industriali, che si trovano di fronte alla valutazione del sistema di emissione più idoneo per massimizzare il rapporto comfort interno-consumi energetici e vogliono installare un sistema radiante a bassa differenza di temperatura sfruttando le detrazioni fiscali disponibili: bonus casa, ecobonus ordinario, superbonus 110%.

Approfondimenti:

Thermal Comfort Analysis of Novel Low Exergy Radiant Heating Cooling System and Energy Saving Potential Comparing to Conventional Systems

Mi aiuti a diffondere l'articolo? Condividilo se ti è piaciuto, grazie!

Hai già scaricato questi fogli di calcolo gratuiti?

Fogli excel per calcoli termici edifici: epi limite, risparmio energetico, indici di comfort, trasmittanza, prestazione energetica, raccolta dati ape Non perderti queste guide e fogli excel gratuiti per lavorare agevolmente nel risparmio energetico e sostenibilità ambientale degli edifici
Privacy

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.