Risparmiare Energia Elettrica Progettando l’Efficienza Energetica dell’Illuminazione Interna ed Esterna



La progettazione dell’illuminazione energeticamente efficiente si concentra sia sui principi base che sui metodi per migliorare l’efficienza e la qualità dei dispositivi di illuminazione. Ecco alcune importanti strategie da considerare nella progettazione dell’illuminazione interna ed esterna.

Risparmia-energia-elettrica-progettando-illuminazione

Photo credit: der_heinz

Progettare l’Illuminazione Interna

Vediamo qualche principio base e metodi di progettazione da considerare quando progetti l’illuminazione interna ai fini del risparmio energetico.

La progettazione di una illuminazione energeticamente efficiente risponde a questi principi:

  • Ricorda che avere più luce di quella che serve non è necessariamente il massimo. Le prestazioni visive dell’occhio umano dipendono tanto dalla quantità quanto dalla qualità della luce.
  • Dosa la quantità e qualità della luce in base alla funzione svolta.
  • Utilizza lampade puntuali dove ce n’è bisogno e riduci la luce ambientale altrove.
  • Utilizza corpi illuminanti, sistemi e controlli di illuminazione efficienti.
  • Massimizza l’uso della luce naturale.

Ecco invece alcuni metodi base per perseguire l’efficienza energetica nell’illuminazione interna:

  • Installa impianti di illuminazione fluorescente nelle zone in cui la luce deve restare accesa per più di 2 ore. Questi spazi coincidono spesso con la cucina e il soggiorno.
  • Installa lampade fluorescenti compatte non integrate al posto di quelle integrate per i porta-lampade ad incandescenza. Queste lampade consentono di ridurre i costi di manutenzione dato che i reattori di alimentazione possono essere riutilizzati al termine della durata di vita delle lampade stesse.
  • Utilizza i sensori di occupazione per accendere e spegnere le luci in base alle esigenze.
  • Considera il colore delle pareti per ridurre al minimo la necessità dell’illuminazione artificiale.

Progettare l’Illuminazione Esterna

Progettare-illuminazione-esterna

Photo credit: gregorylam

Quando progetti l’illuminazione per gli esterni, è necessario che consideri le finalità dell’illuminazione congiuntamente con alcuni metodi basilari per perseguire l’efficienza energetica.

L’illuminazione nelle abitazioni risponde ad una combinazione di queste finalità principali:

  • Estetica – Illuminare l’esterno della casa o il paesaggio.
  • Sicurezza – Illuminare il terreno o i vialetti vicino alla casa.
  • Utilità – Illuminare il portico o la strada per aiutare il camminamento dalla casa e verso la casa.

Ecco alcuni metodi basilari per ottenere risparmio energetico sull’illuminazione esterna:

  • L’illuminazione per l’utilità e la sicurezza non ha necessità di essere elevata per essere efficace.
  • Puoi usare il controllo automatico delle luci anche in esterno, per utilizzarla quando necessario.
  • Assicurati che le gli impianti di illuminazione esterna siano catarinfrangenti, abbiano deflettori o coperchi in modo da rendere la sorgente luminosa più efficiente possibile e da ridurre l’inquinamento luminoso.
  • Utilizza dei timer per controllare l’illuminazione decorativa.
  • Usa l’illuminazione esterna solare dove possibile, dotata cioè di celle solari per la conversione dell’energia solare in energia elettrica.

Approfondimenti

Mi aiuti a diffondere l'articolo? Condividilo se ti è piaciuto, grazie!

Hai già scaricato questi fogli di calcolo gratuiti?

Fogli excel per calcoli termici edifici: epi limite, risparmio energetico, indici di comfort, trasmittanza, prestazione energetica, raccolta dati apeNon perderti queste guide e fogli excel gratuiti per lavorare agevolmente nel risparmio energetico e sostenibilità ambientale degli edifici
Privacy
COMMENTI FACEBOOK

Commenti blog

  1. Eva

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.